Prato, arrivano 4 nuovi bus nel territorio

Back to top

PRATO, 12 ottobre 2022 – Da qualche giorno stanno attraversando le strade di Vaiano, Vernio, Montemurlo, Cantagallo, Carmignano e Poggio a Caiano accompagnando studenti e pendolari. Sono i quattro nuovi bus extraurbani da 8,5 metri che Autolinee Toscane ha acquistato, allestito e che da qualche giorno sono entrati in servizio.

Si tratta di un altro tassello del programma di investimenti ed acquisto di nuovi bus su tutto il territorio regionale da parte di Autolinee Toscane, gestore unico del Tpl della Regione.

“Con l’arrivo di questi 4 nuovi bus – commenta il Presidente di Autolinee Toscane, Gianni Bechelli - sono 15 i mezzi nuovi che sono arrivati nell’area pratese dall’inizio della nuova gestione con un investimento di circa 3 milioni di euro”. Dei 15 mezzi nuovi, 5 sono bus urbani Mercedes Conecto, 6 bus extraurbani Iveco Crossway e 4 bus extraurbani Iveco Mobi Indcar.

I nuovi mezzi, Iveco carrozzato Indcar, sono lunghi 8,5 metri ed hanno 30 posti complessivi (26 a sedere e 4 in piedi), hanno sedute antivandalo, sono accessibili alle persone disabili con carrozzella grazie alla presenza della pedana elettrica e uno spazio apposito per il viaggio in sicurezza, e sono motorizzati Euro VI.

Sono di colore blu cielo ed espongono il logo bianco “Autolinee Toscane”, in linea con la livrea che viene applicata a tutti i nuovi bus extraurbani. Infatti, anche a questi nuovi bus è stato applicato il modello - per estetica, allestimento e colore – che via via viene applicato ai nuovi mezzi che vengono acquistati e utilizzati per fare servizio in tutta la regione.

I quattro mezzi sono già su strada e fanno servizio principalmente sulle linee V e Lam Azzurra e, se necessario, saranno messi in servizio anche su altre tratte. A Vaiano faranno servizio all’interno del territorio. Altro mezzo servirà per collegare Vernio con Cantagallo. Il terzo mezzo servirà principalmente la tratta che collega Carmignano, Poggio a Caiano e Seano. Il quarto servirà la zona di Bagnolo nel territorio di Montemurlo.

 

Soddisfazione dei territori coinvolti:

Unione dei Comuni Val di Bisenzio (Vernio, Vaiano e Cantagallo). Commento del Presidente, Giovanni Morganti: “Il trasporto pubblico rappresenta un tema sempre più importante per i nostri comuni. La lontananza di scuole superiori e università, ospedale, uffici giudiziari e tributari ci impongono un’attenzione particolare. È per questo molto importante aver costituito un tavolo di confronto continuo tra Comuni e Azienda, e certamente valutiamo positivamente l’implementazione del servizio ai nostri territori che si realizza con ulteriori due bus e il rinnovo del parco mezzi, specialmente se si tratta di mezzi acquistati con dimensioni e caratteristiche funzionali a fare servizio nelle frazioni più periferiche della Val di Bisenzio”.

Comune di Carmignano. Commento dell’assessore ai trasporti, Jacopo Palloni: “Siamo contenti che stiano iniziando ad arrivare i mezzi nuovi. Nei tanti incontri fatti in questo mese, Autolinee Toscane aveva sempre ribadito l’imminente rinnovo del parco mezzi. Quindi, vederlo già in azione sul nostro territorio, nella zona fra Seano e Carmignano, ci fa piacere. Chiaramente auspichiamo anche l'arrivo di altri nuovi mezzi per coprire l'intero territorio”.

Comune di Montemurlo. Commento del Sindaco, Simone Calamai: “Siamo soddisfatti di queste ultime acquisizioni che consentono di andare a rinnovare con un nuovo autobus quello che è l'attuale parco mezzi a servizio del trasporto pubblico locale a Montemurlo. All'amministrazione preme il potenziamento dei mezzi a servizio del tpl a carattere scolastico, con l'auspicio che presto se ne possano aggiungere altri sempre meno inquinanti, sostenibili e sicuri”.

Comune di Poggio a Caiano. Commento del Sindaco, Francesco Puggelli: “Incrementare i collegamenti nell’area medicea è per il nostro territorio un’esigenza fondamentale. Parallelamente è altrettanto importante il lavoro che stiamo portando avanti per migliorare i collegamenti da Poggio verso Prato e le scuole superiori: se vogliamo davvero mettete il tpl al centro delle abitudini di spostamento dei cittadini, lavoratori o studenti che siano, occorre modulare il servizio sulle reali esigenze degli utenti. Ed è su questo fronte che siamo impegnati in prima linea in un confronto quotidiano con le famiglie, i pendolari del territorio e con Autolinee Toscane”.