Massa, in bus sulle Alpi Apuane

Back to top

MASSA. 12 agosto 2022 - Da Massa in bus fino alle Alpi Apuane.Stamani, Venerdì 12 Agosto con partenza alle 9,30 dalla riqualificata piazza IV Novembre della Stazione di Massa, una delegazione di Amministratori e Consiglieri comunali guidata dal vicesindaco con deleghe al Turismo e Comunicazione  Andrea Cella insieme all'assessore alle Attività Produttive Paolo Balloni,  al presidente della Commissione Turismo e Attività Produttive  Marco Battistini, ai consiglieri Roberto Acerbo e alle consigliere Eleonora Cantoni, Irene Mannini, Sabrina Marchi  ha organizzato e partecipato all'evento-tour promozionale della linea TPL Linea 66 "In Vetta col bus"  con i dirigenti di Autolinee Toscane: il presidente Gianni Bechelli, il capo movimento  per la Provincia di Massa-Carrara  Giancarlo Pianini.

Una gita promozionale dell'entroterra massese con partenza dalla città che passando da Capaccola tocca i borghi montani di San Carlo, Pariana, Altagnana, Antona e raggiunge Pian della Fioba, località all'interno del Parco delle Apuane a circa 860 metri sul livello del mare, da dove si possono visitare due luoghi d'eccellenza e d'interesse turistico massesi quali l'Orto Botanico Pellegrini-Ansaldi e il Rifugio CAI Città di Massa.
Il progetto di un bus di linea estivo è promosso e finanziato dall'Amministrazione comunale  in accordo con Autolinee Toscana con l'intento non solo di offrire un miglior servizio alla cittadinanza e ai residenti dei paesi a monte ma anche per incentivare,  a fini turistici, le visite alla montagna massese e ai suoi centri di attrazione quali  l'Orto Botanico di Pian della Fioba.

La linea n.66 "In vetta col bus" , ricordiamo, è attiva da  Venerdì 11 Giugno scorso, per ogni fine settimana, dal Venerdì alla Domenica (più il giorno di Ferragosto ) e fino al giorno 11 Settembre prossimo con  partenze dalla Stazione Fs di Massa alle 9,30, alle 14,00 e alle 17,30. Il bus ferma in viale Europa in Centro città poi a Capaccola, San Carlo, Pariana, Altagnana, Antona e, infine, a Pian della Fioba.

Il bus di ritorno da Pian della Fioba verso Massa è possibile con partenze alle 10,30; 15 e 18,30. Il costo del biglietto è 1,50 euro come una corsa semplice a tariffa urbana e dà accesso a sconti e promozioni:

  • un ingresso gratuito ogni due persone per la visita guidata all’Orto Botanico (informazioni e prenotazioni 3488809255  ortoapuane.aquilegia@gmail.com);
  • sconto del 10% per pranzi, cene e pernottamenti presso il Rifugio Città di Massa al Pian della Fioba (informazioni e prenotazioni 3395390067  rifugiomassa@gmail.com)

 Il presidente della Commissione Turismo Attività Produttive Marco Battistini ha dichiarato" La visita in bus  a Pian della Fioba vuole essere un' occasione per interfacciarsi nuovamente con i gestori dei due punti di interesse turistico, Orto Botanico Pellegrini-Ansaldi e Rifugio Città di Massa. Abbiamo voluto andare sul posto utilizzando l'ormai famosa Linea 66 che dall' anno scorso, dopo decenni, è tornata a collegare Pian della Fioba con il centro città nel periodo estivo, perchè l'iniziativa di cui ho avuto l'onore di occuparmi in prima persona è stata fortemente voluta dall' Amministrazione Comunale. L'idea era di dedicare una giornata a promuovere il nostro turismo montano.Grazie anche al lavoro dei gestoriquesti bellissimi posti hanno infatti conosciuto negli ultimi anni un nuovo rilancio con afflusso di turisti in costante aumento anche durante il periodo di pandemia. Ben consapevoli che il nostro turismo montano non si limita a Pian della Fioba e che  ci sono tanti altri posti da valorizzare e far conoscere è volontà dell' Amminsitrazione studiare altri ampliamenti di linee di trasporto pubblico per collegare altri luoghi della montagna alla città."

 Il presidente di Autolinee Toscana Gianni Bechelli ha dichiarato “L’iniziativa voluta dall’amministrazione comunale di Massa e da Autolinee Toscane di garantire un collegamento pubblico fino ai piedi delle Alpi Apuane per i residenti e i tanti turisti che ogni estate arrivano sulla Costa Apuana è molto importante  sia perché in questa maniera si incentiva il trasporto collettivo con evidenti benefici per l’ambiente e la sicurezza stradale, ma anche perché dimostra che la collaborazione fra istituzioni locali e AT può produrre risultati importanti. È vero, infatti, che il contratto di servizio del TPL è di competenza regionale, ma è altrettanto vero che per noi di AT le istituzioni locali sono interlocutori privilegiati, senza i quali non riusciremmo a rendere il servizio più rispondente alle esigenze delle persone”.

Ufficio Stampa Comune di Massa