25 giugno 2022, Firenze - Sulla base di un accordo tra Regione Toscana, Città Metropolitana di Firenze, Autolinee Toscane e i Comuni di Firenze e Impruneta dal 1° luglio taglio del costo del biglietto da Impruneta a tutta l’area urbana di Firenze e viceversa. La tratta, fino ad oggi considerata extraurbana, entra nella rete urbana di Firenze e si potrà viaggiare tra tutta l’area urbana fiorentina e l’area di Impruneta, Pozzolatico, Bagnolo Cantagallo, Petigliolo, La Presura, L'Ugolino e San Martino al costo di 1,50 euro (valido 90 minuti) invece dei 2,60 euro del biglietto extraurbano.

Precedentemente la tariffa applicata era quella extraurbana, definita su base kilometrica. Con la variazione in urbana, di conseguenza, varieranno anche i costi degli abbonamenti: quello mensile passerà da 46,50 a 35,00 euro.

Questo cambiamento riguarderà la tratta Firenze – Impruneta che viene svolta dalle linee 366A e 366B. Inoltre, limitatamente ai collegamenti reciproci tra le località Petigliolo, La Presura, L'Ugolino e San Martino, sarà possibile utilizzare il titolo urbano anche sulla linea 365A. Per le altre linee che, pur passando da Impruneta, continueranno a fare servizio extraurbano, la tariffa rimarrà invariata secondo le fasce kilometriche di appartenenza.

 

Firenze 23 giugno 2022 - Stamattina alle ore 7 circa si è sviluppato un incendio su un bus in servizio sulla linea 7 in direzione Fiesole. 

Il mezzo era appena uscito dal deposito di Viale dei Mille e a bordo non c’erano passeggeri. Appena visto il fumo, il conducente ha interrotto la corsa alla fermata di piazza Edison e ha iniziato a spegnere le fiamme con l’estintore di bordo.

Subito è arrivata sul posto l’assistenza tecnica di Autolinee Toscane per supportarlo nelle operazioni di messa in sicurezza con altri 4 estintori. Le fiamme sono state spente dai Vigili del fuoco del comando di Firenze, sede centrale, che sono intervenuti con 9 unità e 3 automezzi di cui 2 autobotti, di queste una giunta anche dal distaccamento di Fi-Ovest. Successivamente sono state avviate le operazioni di raffreddamento. Sul posto anche la Polizia Municipale per le operazioni sulla viabilità.

L’ipotesi è che le fiamme siano partite dal vano motore. Proprio ieri il bus, modello BredaMenarinibus 240, del 2004 e che aveva percorso oltre 1 milione di km, era stato oggetto di controlli e verifiche ed era stato sostituito un componente della parte elettrica del motore.

Autolinee Toscane ha già avviato da tempo un piano di verifiche puntuali sulla flotta BredaMenarinibus ed altre categorie dei mezzi più “anziani”, dopo averle ereditate lo scorso novembre dai precedenti gestori, nel corso del subentro alla gestione del tpl. Si tratta di circa 500 bus in tutta la Toscana che sono e saranno oggetto di verifiche affidate a periti esterni.

Nella flotta fiorentina 19 mezzi su 69 di quel modello erano stati fermati in via precauzionale ed era stato avviato un piano di manutenzione preventiva ma per altri problemi: da tempo non erano oggetto, prima dell’ingresso di Autolinee Toscane, di manutenzione agli impianti di aria condizionata (che non pare però la causa dell’incendio del mezzo in piazza Edison).

Il servizio sulla linea 7 non ha subito ripercussioni per i passeggeri.

PORTOFERRAIO, 18 giugno 2022 - A partire da questo fine settimana alcune corse sia urbane che extraurbane sull’Isola d’Elba saranno momentaneamente sospese. Autolinee Toscane hanno già avvisato gli utenti dei possibili disagi sia con comunicazioni apposite presso la propria biglietteria sia attraverso i propri canali social che sul proprio sito. Tutti gli aggiornamenti in tempo reale sono visibili sulla pagina dedicata all’Elba www.at-bus.it/it/elba . 

Le difficoltà riguardano la mancanza di un numero sufficiente di autisti tale da garantire il servizio nella sua completezza.  AT da tempo ha iniziato una ricerca a tappeto di autisti per l’Elba offrendo, oltre al salario, anche l’alloggio. Tale ricerca si è svolta e si sta svolgendo sia al proprio interno di autisti disposti al trasferimento temporaneo per i mesi estivi, sia all’esterno nei centri per l’impiego, presso le agenzie di lavoro interinale e contattando a uno a uno tutti gli autisti presenti nelle vecchie graduatorie di assunzioni del precedente gestore che pure a suo tempo avevano dato la disponibilità per l’Isola d’Elba. Una ricerca che però ha incontrato molti problemi a trovare autisti disposti a lavorare all’Isola d’Elba nonostante che l’offerta di AT prevede oltre e in aggiunta al normale trattamento economico anche la garanzia di avere un alloggio gratis per i mesi trascorsi a lavorare sull’isola

Please publish modules in offcanvas position.

Questo sito utilizza Cookie di tipo tecnico e di terze parti per garantirti la miglior esperienza d'uso possibile. Nessun dato strettamente personale viene registrato. Per favore, dichiara se intendi accettarli.